De Buris è il lusso del tempo:
un progetto enologico della quarta generazione della Famiglia Tommasi, che nel rispetto della tradizione, ha creato un Amarone Riserva che vuole essere la più contemporanea interpretazione del territorio che rappresenta, la Valpolicella Classica.

L’obiettivo si eleva e si completa con l’esplorazione di linguaggi originali e sempre attuali per dialogare con tutti gli amanti del vino di oggi e di domani. Per celebrare l’annata 2010, è stato scelto il linguaggio universale del suono. Il vino è colore, aroma, gusto ed emozione, ma è anche suono, movimento e armonia.
Il Lusso del Tempo di De Buris 2010 fonde, quindi, musica ed enologia in un’opera artistica, che si traduce in un’esclusiva collezione musicale: The Wine Record.

The Wine Record

#TheWineRecord è il primo concept album dove il vino diventa musica.

Giacomo Ceschi, artista e sound designer, ha composto 8 tracce musicali che uniscono i suoni del ciclo produttivo del vino alla traduzione sonora dei dati metereologici dell’annata 2010, creando così sonorità singolari e inedite.

Le note che ascoltiamo e le note che riecheggiano al palato suonano all’unisono.

De Buris 2010 diventa così un’esperienza nuova, estremamente intima e piacevole:
il suono del Tempo è servito.

Ascoltalo in cuffia

#TheWineRecord è presto disponibile su Spotify.

Clicca qui per ascoltare le tracce.

L’artista Giacomo Ceschi

Il filo rosso che lega Giacomo alla musica è la sua continua e profonda indagine verso la prima essenza del suono: dopo aver frequentato il corso di musica elettronica presso il conservatorio “Arrigo Pedrollo” di Vicenza, porta avanti la sua visione attraverso live performance, field recording e installazioni interattive. Direttore artistico del Path Festival di Verona, Giacomo viaggia nelluniverso della sonorità armonizzando raziocinio e sperimentazione, in un risultato che muta attraverso il tempo, lo spazio e il mezzo.

Giacomo Ceschi Studio di registrazione TvCulture We design sound