Amarone Riserva, l'Amarone del futuro

“L’Amarone della Valpolicella Riserva De Buris 2009 mostra il meglio di entrambi i lati dello spettro dell’Amarone. La gustosa salsa di lamponi e prugne è ulteriormente completata da note di mallo di noce e fiori essiccati. Questi aromi continuano ad aumentare di volume con il tempo nel bicchiere, mentre si evolvono in seducenti e ricche note di cannella e moka. De Buris ha una consistenza vellutata ma non pesante; infatti, è piuttosto deciso e speziato, con un nucleo di frutti rossi e neri concentrati, che saturano tutto ciò che toccano con una sfumatura minerale e poi si ritirano per rivelare una nota di agrumi. C’è un delicato strato di tannino che indugia, facendo un ottimo lavoro nell’incorniciare l’espressione, e si evolve in sentori di amarena e cioccolato fondente. De Buris è un nuovo cru Riserva dalle quote più alte del vigneto La Groletta di Tommasi, che ospita viti di 30 anni affacciate sul Lago di Garda. Trascorre cinque anni di affinamento in rovere di Slavonia, se poi riposa in bottiglia. Questa è solo la seconda annata per questo vino, che ha richiesto un decennio di lavoro.”

Eric Guido, Vinous.com

Cosa guida il culto dell’Amarone Riserva?

Cinquant’anni fa, l’Amarone era il terzo vino rosso più venerato d’Italia, dietro solo al Barolo e al Brunello per importanza.
Ma mentre gli ultimi due vini sono esplosi in fama, l’Amarone è rimasto un mistero per la maggior parte.

Ci sono segni che l’Amarone diventerà presto una star molto più grande. Forse la migliore indicazione di ciò è che stiamo assistendo è il successo dei vini Amarone Riserva, che raggiungono prezzi molto più alti.

I produttori della Valpolicella non badano a spese per realizzare un’unica monumentale micro cuvée di Amarone, che conservano da 6 a 12 anni prima di renderla disponibile.
Sebbene queste bellezze dorate siano molto costose da realizzare e acquistare, è probabile che attirino l’attenzione del mondo in un modo che pochi Amarone del passato hanno mai fatto.

Sotto i riflettori
Il recente rapporto Vinous.com  sul Veneto di Eric Guido sta già scaldando i motori, con le richieste che volano nel commercio del vino.
Ma forse ancora più importante è che sta puntando i riflettori su questa importante tendenza.

L’Amarone della Valpolicella Classico doc Riserva 2009 De Buris con 95 punti è tra le sei riserve che guidano questa ascesa nel futuro dell’Amarone.

Download Recensione