L’estate - Alice Piaggio

ALICE PIAGGIO

Per lei è prima di tutto un divertimento.
I suoi lavori a mano libera, sono ricchi di dettagli, texture materiche e personaggi, un caos vivace e colorato disegnato con intelligenza ed ironia.

Nata a Genova, ma cresciuta a Bogliasco, piccolo borgo frequentato da surfisti e pescatori. Nel 2014 si laurea all’accademia di Belle arti e nello stesso anno si sposta ad Urbino dove, Nel 2017, ottiene la laurea al corso di illustrazione all’ISIA.
Co-fondatrice della rivista Pelo magazine, collabora con riviste e case editrici italiane e straniere.
Per De Buris, Alice Piaggio ha espresso la sua arte dedicandosi alla rappresentazione del vino e all’esperienza dell’estate.

La stagione 2009 è proseguita all’insegna del bel tempo, con abbondanti precipitazioni nella prima settimana di luglio, mentre agosto è stato torrido. Il mese di settembre ha registrato una normalizzazione delle temperature ed ottime escursioni termiche fra il giorno e la notte, fondamentali per ampliare la tavolozza aromatica delle uve, e, grazie al bel tempo, la vendemmia è stata perfetta.
Ciò che era nato come esperimento e sfida, con il 2009 ci ha fatto diventare una squadra e vivere dieci anni di attenzioni costanti e ossessive, dalla vendemmia alla commercializzazione. Dieci anni in cui ci siamo presi tutto il Tempo che serviva per capire il terreno, le uve, il vino e fare le scelte giuste per aggiungere alla grandezza dell’Amarone la bevibilità e l’eleganza che aveva in origine, per dare inizio al rinascimento di questo vino.


La primavera - Antonio Sortino

Antonio Sortino

I suoi lavori sono un misto di analogico e digitale, e spesso creano un gioco visuale con chi li osserva. Ricercatezza nei dettagli, palette colori vibrante e soggetti mai banali sono il suo marchio di fabbrica. Illustratore e grafico, vive e lavora a Milano. Fondatore e art director del FestiWall, Festival internazionale di arte, di Ragusa. Ha lavorato per The New Yorker, New York Times, WirtschaftsWoche, Les echos, The telegraph, Wired UK, Modus, Icon, La Repubblica, Il sole 24 ore.

Per De Buris ha dedicato il suo lavoro alla Primavera e alla Fioritura.

“L’andamento stagionale del 2009 è stato caratterizzato da un autunno e un inverno piuttosto rigidi con abbondanti precipitazioni. La temperatura media di marzo, leggermente più alta della media, ha portato ad un germogliamento anticipato di circa una settimana rispetto all’anno precedente. Lo sviluppo vegetativo è proseguito velocemente nei mesi primaverili, con una fioritura anticipata. In questi momenti il Tempo richiede rispetto, il vigneto non è una fabbrica ma materia vivente, con una sua anima, noi dobbiamo capirla e adattarci ad essa lasciandole sempre il Tempo di cui ha bisogno”.


L’inverno - Andrea Mongia

Andrea Mongia colpisce per lo stile essenziale e ricercato, dove la luce e le forme morbide si inseriscono in precise composizioni prospettiche, sospese nello spazio e nel tempo. Illustratore freelance, vive e lavora a Roma ed è stato selezionato da Forbes nella lista arte e Cultura 30 Under 30.

Lavora e collabora con The New Yorker, The New York Times, The Guardian, The Boston Globe, The Economist, The Wall Street Journal, The Sunday Times Magazine e molti altri.

Per De Buris ha illustrato l’inverno e Villa De Buris
“De Buris non è soltanto un vino.
De Buris è un luogo incantato, una villa ricca di storia e arte
le cui radici affondano in epoca Romana.
Villa De Buris custodisce duemila anni di storia della Valpolicella:
qui il progetto De Buris ha trovato lo spazio ideale dove crescere e trasformarsi”.


Progetto Illustre

La Famiglia Tommasi ha affidato a quattro illustratori italiani, Giacomo Bagnara, Andrea Mongia, Antonio Sortino e Alice Piaggio, il compito di rappresentare il Tempo, il Luogo Il Patrimonio con il linguaggio universale dell’illustrazione: da qui De Buris Illustre.

Concetto focale è il Tempo, il vero lusso di oggi: a ciascun Illustratore è stata affidata una stagione con il compito di interpretarla, ispirandosi alla stagione stessa e declinandola nei momenti di consumo del vino,nei luoghi che compongono De Buris, come la Villa e il vigneto La Groletta, e negli aspetti tecnici legati alla produzione del vino stesso, il tutto in continuità con la poetica dell’artista.
Da qui De Buris Illustre.

De Buris Illustre – Autunno di Giacomo Bagnara
De Buris Illustre – Inverno di Andrea Mongia
De Buris Illustre – Primavera di Antonio Sortino
De Buris Illustre – Estate di Alice Piaggio


L’autunno - Giacomo Bagnara

GIACOMO BAGNARA

La capacità di sintesi e l’utilizzo dei colori, assieme alla rigorosa ricerca delle forme, è ciò che rende il lavoro di Giacomo Bagnara unico, vivido e dai colori esplosivi. illustratore freelance italiano, collabora tra gli altri con The New Yorker, The New York Times, Die Zeit, Mondadori, Apple, Sony.
il suo lavoro è stato selezionato e riconosciuto da American Illustration, 3x3magazine e la society of illustrators. ha una laurea in architettura ed attualmente vive e lavora a Verona.

Per De Buris ha rappresentato L’autunno e il vigneto de La Groletta.

“L’opera comincia dal vigneto.
Lo straordinario non può nascere dall’ordinario
La Groletta, a Sant’Ambrogio della Valpolicella, 250 metri di altitudine,
è da sempre considerata una zona privilegiata per la qualità delle uve.
Il posto migliore per far nascere un sogno”.